:: PeaceWaves Network onlus :: www.peacewaves.org ::
 

:: press

 
► archivio news

► rassegna stampa

► photogallery

► mediagallery

► ufficio stampa
 

        
 

:: news

10-12-2008 60° Anniversario Dichiarazione dei Diritti Umani

Sessant'anni sono passati da quando il 10 dicembre 1948, sull'onda delle atrocità commesse nella Seconda Guerra Mondiale, le Nazioni Unite promossero la firma della "Dichiarazione Universale dei Diritti Umani", da quel momento punto di riferimento imprescindibile per tutti i discorsi e gli atti volti a eliminare discriminazioni, abusi, limitazioni della libertà.

Si celebra oggi, in tutto il mondo, la giornata dei Diritti Umani. I progressi fatti in questi decenni in materia di diritti umani, ma anche delle tante battaglie ancora aperte e le tante battaglie perse, non ultima quella che ha visto celebrare i Giochi Olimpici 2008 a Pechino senza che la Repubblica Cinese abbia dimostrato l’intenzione di invertire la rotta a favore dei Diritti Umani, ci indicano quanto lavoro e quanto impegno sia necessario per vedere accolti ed applicati i Diritti Umani.

Anche l’Italia, in quest’ultimo periodo, sta conoscendo una delegittimazione dei diritti umani. Solo a titolo di esempio è sufficiente indicare le politiche di immigrazione, la scarsa trasparenza dei mezzi di informazione e comunicazione, il diritto allo studio, il diritto al lavoro… PeaceWaves, partecipando alla giornata a favore dei Diritti Umani “Se non li difendi te li tolgono” organizzata a Roma dalla Tavola della Pace, dichiara il suo impegno a favore dei Diritti Umani ed gli stessi come bussola per ogni sua azione e progetto.

Marco Braghero
Presidente
PeaceWaves International Network


Si allega il comunicato della Tavola della Pace.

DIRITTI UMANI: TAVOLA DELLA PACE IL 10/12 MANIFESTA DAVANTI A RAI
(ASCA) - Roma, 3 dic - ''Se non li difendi te li tolgono!''.

E' lo slogan che la Tavola della Pace ha scelto per lanciare la mobilitazione che il 10 dicembre prossimo portera' associazioni, sindacati e cittadini davanti ai cancelli della sede della Rai di viale Mazzini a Roma per chiedere che, nel giorno del sessantesimo compleanno della Dichiarazione dei diritti umani, i temi dei diritti umani e della pace per i milioni di persone che non possono ancora goderne, tornino ad essere un appuntamento da programmi tv di prima serata. E parallelamente in tutto il Paese si terranno oltre 201 iniziative in 159 città.

5 minuti al giorno in prima serata, dopo il Tg1 della sera, per raccontare agli italiani "una buona idea" sul nostro Paese e sul mondo; 1 trasmissione settimanale sulle tre reti Rai, popolari ma di alta qualità sui temi più scottanti per l'umanità; una struttura e una linea editoriale "la Rai per i diritti umani" che all'interno della struttura possa parire spazi adeguati per questi grandi temi: sono le tre richieste avanzate oggi a Roma dal portavoce della Tavola Flavio Lotti, presentando l'iniziativa: "l'Italia e gli italiani hanno bisogno della Rai - ha detto Lotti -, cioe' di un servizio pubblico come la scuola e la sanità, per uscire dalla grave crisi anche valoriale nella quale ci troviamo, rafforzando la cultura della nonviolenza, del rispetto degli altri, della solidarietà".

Una richiesta rivolta anche "a tutti i protagonisti della comunicazione, che devono accendere i riflettori sui violatori dei diritti umani perché non la passino liscia".

Un appello già raccolto dal coordinamento di artisti Emergenza cultura che coinvolge anche autori, scienziati e tecnici, che per voce dell'autore Rai Ugo Gregoretti intervenuto all'iniziativa, hanno confermato la loro presenza ai cancelli Rai il 10 dicembre "perché la situazione dell'Italia, e della stessa azienda, ci sembra davvero emergenziale".

Tavola della Pace

(Voto medio 0/5 - 0 voti) Vota l'articolo

 
 
 
 
  
 
 
 
 
 
 
 

 

 

::  le ultime news

 

stampa

Bookmark and Share