:: PeaceWaves Network onlus :: www.peacewaves.org ::
 

:: press

 
► archivio news

► rassegna stampa

► photogallery

► mediagallery

► ufficio stampa
 

        
 

:: news

07-04-2009 Apertura di Karzai, ma l'impegno deve continuare

Il presidente dell’Afghanistan Hamid Karzai ha ordinato un’urgente revisione della legge sul diritto della famiglia per le minoranze sciite che di fatto legalizzerebbe lo stupro coniugale e priverebbe le donne di libertà fondamentali quali suonare e cantare in pubblico, uscire di casa sole e cercare un lavoro.
»  leggi la news

Un risultato importante, ottenuto grazie all’impegno congiunto della Comunità Internazionale e delle sue personalità di spicco, delle Nazioni Unite ma anche dei singoli e di tante piccole realtà impegnate nel sociale. Tuttavia il presidente Karzai ed i portavoce del Governo hanno parlato di una sospensione e revisione (e non di ritiro) della legge, giustificando le preoccupazioni della Comunità Internazionale come dovute “a una traduzione imprecisa o a un'errata interpretazione della legge”.

Una situazione che pertanto non può placare le preoccupazioni per una legge che, in attesa di ulteriori chiarimenti e risposte concrete, rimane una minaccia per le donne afghane. Proprio per questo è necessario che rimanga alta da parte di tutti l’attenzione, e proprio per questo abbiamo deciso di proseguire nella nostra campagna di sensibilizzazione e protesta affinché tale legge sia ritirata o quantomeno che la revisione non sia un semplice proforma.

A questo proposito PeaceWaves vuole ringraziare tutti coloro che hanno aderito al nostro appello, e vi invita a continuare a firmare e sottoscrivere la lettera aperta di Marco Braghero al Presidente Karzai, ad aderire al gruppo lanciato su Facebook ed a diffondere l’iniziativa.

(Voto medio 0/5 - 0 voti) Vota l'articolo

 
 
 
 
  
 
 
 
 
 
 
 

 

 

::  le ultime news

 

stampa

Bookmark and Share